Regione Veneto FSE+ 2021-2027. DGR 231/24: Formazione continua – Un’opportunità per la crescita e lo sviluppo delle competenze dei lavoratori

Le imprese sono sempre più spinte verso l’introduzione di nuove tecnologie nei processi  produttivi  e  nei  servizi e quindi cresce  la  necessità  di  formare  i  dipendenti  sulle nuove tecnologie introdotte, andando a diminuire il rischio della scomparsa di un certo numero di figure professionali – tipicamente blue collar o di natura impiegatizia – che nell’era trasformazione digitale e dell’intelligenza  artificiale troverebbero sempre meno posto. In tale scenario, il Fondo Sociale Europeo Plus (FSE+) rappresenta il luogo della sperimentazione per la crescita del sistema produttivo territoriale attraverso lo sviluppo del capitale umano e l’adattamento  dei lavoratori e degli imprenditori ai cambiamenti imposti dalle transizioni in atto (digitale e verde).

Dotazione finanziaria

La dotazione totale è di 15.000.000€, così ripartiti:

    • linea A: 3.000.000€. Progetti interaziendali del valore minimo di 200.000€ e massimo di 220.000€
    • linea B: 12.000.000€. Progetti aziendali o interaziendali del valore minimo di 20.000€ e massimo di 75.000€

Soggetti proponenti

Gli Organismi di Formazione, accreditati per la formazione continua, come noi di 541 Consulting (Linea A e linea B), oppure direttamente l’azienda i cui lavoratori saranno destinatari degli interventi formativi (solamente linea B).

Destinatari

Lavoratori occupati presso imprese di tutti i settori (esclusi quelli operanti nell’agricoltura, nel socio assistenziale, nella formazione e nella PA) operanti in unità localizzate sul territorio regionale con modalità contrattuali previste dalla normativa vigente; titolari d’impresa, coadiuvanti d’impresa;  liberi professionisti e lavoratori autonomi.

Dettagli progettuali

Valore di progetto e caratteristiche del sostegno

    • LINEA A Progetti formativi di innovazione digitale e tecnologica
      Progetti esclusivamente pluriaziendali per formare il personale aziendale rispetto all’introduzione o ad un miglioramento dei prodotti/processi aziendali esclusi i cambiamenti minori. I progetti dovranno concludersi nell’arco di 12 mesi.
      Al fine di garantire il raggiungimento degli obiettivi sopra descritti, i progetti possono prevedere spese FESR nella misura minima del 30% e massima del 50% del contributo pubblico: acquisto di impianti, macchinari, attrezzature; canoni di leasing; spese tecniche; hardware e software, licenze, brevetti.
      Sarà considerato premiante il partenariato con Università e organismi di ricerca.
      Potranno inoltre essere previsti incentivi per temporary manager iscritti nell’Elenco regionale dei Temporary Manager, dei  Temporary  Export  Manager  e  dei  Manager  dell’Innovazione https://www.innoveneto.org/elenco-dei-manager con contributo massimo del 50% sulla retribuzione annua e per un massimo di:

      • 20.000€ per la micro e piccola impresa
      • 40.000€ per la media e grande impresa

 

    • LINEA B: Progetti formativi mono e pluri-aziendali finalizzati allo sviluppo delle competenze rispetto ai cambiamenti in atto con focus sulla transizione digitale e verde.
      I progetti dovranno concludersi nell’arco di 6 mesi. Costituiranno elementi di premialità, come riportati nella griglia di valutazione:
      • progettualità che prevedono interventi interaziendali (nel caso di progetti pluriaziendali). L’interaziendalità deve essere evidenziata nello schema di progetto da allegare in fase di presentazione della proposta, e dovrà poi essere rispettata in fase di gestione;
      • partenariati aziendali con imprese che non hanno beneficiato di attività nell’ambito delle DDGR, n. 497/2021, n. 1644/2022;
      • presentazione di uno schema di progetto

Saranno oggetto di valorizzazione proposte progettuali che prevedano lo sviluppo di competenze coerenti con i fabbisogni dell’evento olimpico Milano Cortina 2026, rispondendo direttamente alle richieste del settore.

Ciascun progetto deve prevedere, a pena di inammissibilità, un costo massimo per utente pari a 4.000 €.
Ove opportunamente motivati, gli interventi potranno essere attuati anche in remoto (in modalità sincrona) fino al massimo del 50% del monte ore complessivo del progetto

Tempistiche

PRESENTAZIONE Le domande di ammissione al finanziamento e i relativi allegati dovranno pervenire entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 09 maggio 2024.
Siamo quindi disponibili per valutare richieste e condividere idee progettuali con le aziende interessate fino a massimo il 18 aprile 2024
ESITI Le graduatorie saranno pubblicate entro 90 giorni

Regime di Aiuti

Si applica il regime “De Minimis” Reg. 2831/2023

 

Per qualsiasi approfondimento vi invitiamo a contattarci o a prenotare una call

Resta aggiornato su ogni opportunità, bando o finanziamento!