Pubblicato il Bando Isi Inail 2023: 500 milioni di euro per la realizzazione di progetti di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

isi inail verona 541 consulting

Il nuovo bando è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il 20 dicembre 2023.

Questa pagina verrà costantemente aggiornata
relativamente alle date/fasi presenti in tabella.

Finalità

Il presente Avviso ha l’obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori rispetto alle condizioni preesistenti, nonché incoraggiare le micro e piccole imprese, operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli, all’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento e la sostenibilità globali e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

Destinatari dei finanziamenti

L’iniziativa è rivolta:

    • alle imprese, anche individuali, ubicate in ciascun territorio regionale/provinciale e iscritte alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura (CCIAA), secondo le distinzioni di seguito specificate in relazione ai diversi Assi di finanziamento. In particolare, quale intervento sistemico per la sicurezza sul lavoro, l’Asse 1.2 permette di sostenere gli investimenti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale anche alle imprese impegnate nei percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (ex alternanza scuola lavoro);
    • ​agli enti del terzo settore che possono accedere all’Asse 1.1 limitatamente all’intervento di tipologia d) per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di persone.

Progetti ammessi a finanziamento

Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto ricomprese, per la parte relativa agli stanziamenti, in 5 Assi di finanziamento:

    1. Progetti per la riduzione dei rischi tecnopatici – Asse di finanziamento 1;
      • Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale  – Asse di finanziamento 1;
    2. Progetti per la riduzione dei rischi infortunistici  – Asse di finanziamento 2;
    3. Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto ( – Asse di finanziamento 3;
    4. Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività*  – Asse di finanziamento 4;
    5. Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli  – Asse di finanziamento 5.

Risorse economiche destinate ai finanziamenti

Le risorse finanziarie destinate dall’Inail, ai progetti di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, sono ripartite per regione/provincia autonoma e per assi di finanziamento.
E’ concesso un finanziamento a fondo perduto:

    • per gli Assi 1 (1.1 e 1.2), 2, 3, 4 nella misura del 65% dell’importo delle spese ritenute ammissibili
    • per l’Asse 5 (5.1 e 5.2) nella misura:
      • 65% per i soggetti destinatari del sub Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole);
      • 80% per i soggetti destinatari del sub Asse 5.2 (giovani agricoltori).

L’ammontare del finanziamento è compreso tra un importo minimo di 5.000,00 euro e un importo massimo erogabile pari a 130.000,00 euro. Non è previsto il limite minimo di finanziamento per le imprese che hanno meno di 50 dipendenti che presentino progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.

Cumulo

Contributo assegnato in “regime de minimis” non cumulabile con altri finanziamenti pubblici sul progetto oggetto della domanda; cumulabile con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito.

 

Modalità e tempistiche di presentazione della domanda

Fase scadenze
Apertura della procedura informatica per la compilazione della domanda in  aggiornamento
Chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda in  aggiornamento
Pubblicazione elenchi NCD (No Click Day) in  aggiornamento
Upload della documentazione per le domande degli elenchi NCD in  aggiornamento
Download codici identificativi per le domande partecipanti allo sportello informatico in  aggiornamento
Regole tecniche per l’inoltro della domanda online e Tabella temporale in  aggiornamento
Pubblicazione elenchi cronologici provvisori in  aggiornamento
Upload della documentazione in  aggiornamento
(efficace nei confronti degli ammessi agli elenchi cronologici provvisori pena la decadenza della domanda) in  aggiornamento
Pubblicazione degli elenchi cronologici definitivi (compresi gli elenchi NCD) in  aggiornamento
Upload della documentazione per le domande subentrate agli elenchi definitivi in  aggiornamento

Il primo aggiornamento sarà effettuato entro il 21 febbraio 2024

 

Vi invitiamo a contattarci per approfondire i dettagli inviandoci:

  • copia visura camerale aggiornata
  • copia CI legale rappresentante
  • IBAN aziendale;
  • copia dell’ultimo bilancio depositato (o dell’ultima Dichiarazione dei Redditi presentata per le imprese non obbligate al deposito del bilancio)
  • copia DVR
  • copia della valutazione specifica del rischio che si vuole ridurre con l’intervento
  • preventivo di spesa
  • sintetica descrizione dell’intervento e della tipologia di rischio si vuole andare a ridurre

 

*settori specifici/Asse 4 L’Asse 4 del Bando ISI INAIL 2023 da monosettoriale diventa multisettoriale.
Gli 80 milioni, infatti, verranno divisi tra micro e piccole imprese operanti in diversi settori al fine di finanziare la riduzione del rischio infortunistico, mediante la sostituzione di macchine immesse sul mercato prima della direttiva 2006/42/CE, e apparecchi elettrici, immessi sul mercato prima della direttiva 2014/35/CE.

03*-Pesca e Acquacoltura
10.41.10-Produzione di olio di oliva da olive prevalentemente non di produzione propria
10.51.20-Produzione dei derivati del latte
10.61.10-Molitura del frumento
10.61.20-Molitura di altri cereali
13*-Industrie tessili
14*-Confezione di articoli di abbigliamento; confezione di articoli in pelle e pelliccia
15*-Fabbricazione di articoli in pelle e simili
16.10.00-Taglio e piallatura del legno
23.19.20-Lavorazione di vetro a mano e a soffio artistico
23.41.00-Fabbricazione di prodotti in ceramica per usi domestici e ornamentali
23.70.10-Segagione e lavorazione delle pietre e del marmo
31*-Fabbricazione di mobili
32.12*-Fabbricazione di oggetti di gioielleria e oreficeria e articoli connessi
32.13*-Fabbricazione di bigiotteria e articoli simili
32.2*-Fabbricazione di strumenti musicali
32.3*-Fabbricazione di articoli sportivi
32.4*-Fabbricazioni di giochi e giocattoli
32.99.1*-Fabbricazione di attrezzature ed articoli di vestiario protettivi e di sicurezza

L’asterisco accanto a specifici codici indica che tutte le attività che iniziano con quella codifica possono partecipare.

 

Resta aggiornato su ogni opportunità, bando o finanziamento!