PROROGA al 30 settembre 2020 e nuove tempistiche di erogazione – Fondimpresa: avviso 2/2019 – contributo aggiuntivo da 1.500€ a 10.000€ per le PMI

AGGIORNAMENTO

Il  CdA di Fondimpresa nella riunione del 25 Marzo ha condiviso la determina del Direttore Generale del 12 marzo 2020 con la quale si adottavano, in via d’urgenza, provvedimenti straordinari conseguenti all’emergenza Coronavirus.  Pertanto, in coerenza con le disposizioni governative emesse per far fronte all’emergenza e nell’ambito degli Accordi di condivisione dei piani formativi, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato in relazione all’Avviso 2/2019 PMI  la modifica del termine di 210 giorni dalla data di autorizzazione di Fondimpresa all’avvio delle attività o, se presente, dalla data di avvio anticipato relativo alla conclusione delle attività formative e non formative del Piano, in 360 giorni; la modifica da 30 giorni a complessivi 180 giorni del termine relativo all’avvio delle attività formative;

 

A causa delle note vicende relative alla diffusione del Coronavirus ed in coerenza con le disposizioni emesse dalle autorità competenti per far fronte all’emergenza, viene autorizzata in via straordinaria la proroga della chiusura dei termini di presentazione delle domande di finanziamento dell’Avviso 2/2019, ora stabilita alle ore 13.00 del 20 maggio 2020, alle ore 13.00 del 30 settembre 2020

 

Con l’Avviso 2/2019 Fondimpresa ha stanziato 20 milioni di euro per la realizzazione di piani formativi aziendali o interaziendali rivolti ai lavoratori delle PMI aderenti di minori dimensioni.

Potremo procedere con:

  • l’attivazione del Piano formativo a partire dal 17 gennaio 2020;
  • la presentazione delle domande sarà consentita dalle ore 9:00 del 17 febbraio 2020 fino alle ore 13:00 del 20 maggio 2020.

Il contributo aggiuntivo è concesso ai piani aziendali o interaziendali presentati sul “Conto Formazione” per un importo compreso tra 1.500,00 e 10.000,00 euro per azienda, nel rispetto dell’intensità massima consentita in base al regime di aiuti applicato e sulla base del maturando iniziale dell’anno in corso su tutte le matricole del Conto Formazione aziendale; in caso di piano interaziendale tali soglie valgono per singola impresa partecipante.

Il finanziamento massimo ammissibile, risultante dalla somma del contributo aggiuntivo nei limiti dell’intensità massima prevista per azienda beneficiaria e la totalità delle risorse accantonate sul Conto Formazione, non può superare l’importo complessivo di 40.000 (quarantamila) euro.

Highlights

  1. I Piani formativi finanziati possono essere sia aziendali, sia interaziendali e riguardare anche ambiti multi regionali.
  2. In nessun caso è previsto l’utilizzo dei voucher formativi.
  3. E’ richiesta alle PMI interessate la presenza di un saldo attivo sul proprio Conto Formazione, risultante dalla somma degli importi effettivamente disponibili su tutte le matricole INPS per cui l’azienda ha aderito al Fondo (somma degli importi della voce “Disponibile” su tutte le matricole del conto aziendale).
  4. Le aziende devono aver maturato sul proprio Conto Formazione un accantonamento medio annuo, al lordo degli eventuali utilizzi per piani formativi, non superiore a euro 10.000,00
  5. Ogni piano dovrà prevedere la presenza di almeno 5 allievi in formazione per almeno 12 ore
  6. E’ esclusa l’attività formativa organizzata per conformare le imprese alla normativa nazionale obbligatoria in materia di sicurezza sul lavoro
  7. Possono beneficiare di tale contributo esclusivamente le PMI in possesso dei requisiti dell’Avviso che:
    1. non hanno presentato alcun Piano a valere sull’avviso 2/2018, quindi sul precedente contributo aggiuntivo a valere sul conto formazione
    2. non sono state beneficiarie di piani finanziati sugli Avvisi del Conto di Sistema  dopo il 31 dicembre 2018
  8. Le attività formative dovranno essere avviate entro 30 giorni dalla notifica di autorizzazione
  9. Qualora l’azienda abbia necessità di realizzare con urgenza le azioni formative del Piano, può avviare le attività sotto la propria responsabilità anche subito dopo la presentazione del piano tramite l’apposita funzionalità “Avvio anticipato”. In tal caso, l’azienda dichiara di essere consapevole che, in caso di esito negativo dell’istruttoria, nulla potrà richiedere a Fondimpresa a titolo di finanziamento del Piano stesso. Non sarà però possibile ricevere fatture da portare a rendiconto fintanto che non verrà approvato il piano e rilasciato il codice CUP, da riportare in fattura.
  10. Fondimpresa provvede all’annullamento del Piano, le cui spese restano interamente a carico dell’Azienda titolare, nel caso in cui non siano pervenute le integrazioni richieste entro i termini previsti e per scadenza dei 180 giorni di durata massima del piano senza azioni formative svolte e valide.
  11. Il contributo sarà concedibile in “regime de minimis” o in 651/2014, al netto di eventuali importi afferenti al maturando impegnato a preventivo e non rendicontabili in quanto non maturati a consuntivo, nel rispetto dei tempi massimi al fine della rendicontazione del piano.
  12. Parametro orario: massimo 165€/ora
FAQ
  • In base a cosa varia il contributo aggiuntivo?

Il contributo è legato al maturando:

fino a 250€/anno: 1.500€ di contributo aggiuntivo
oltre i 250€ e fino a 3.000€/anno: 3.000€ di contributo aggiuntivo
oltre i 3.000€ di maturando/annuo e fino a massimo 10.000€: il contributo aggiuntivo corrisponderà esattamente all’importo del maturando
  • E’ necessario anticipare le spese che saranno poi oggetto di rimborso da parte di Fondimpresa?

Si, per tutti i piani aziendali è previsto l’anticipo delle spese. Unica eccezione i piani interaziendali, per i quali l’esposizione finanziaria è a carico della sola azienda capofila.

  • L’avviso prevede che siano in formazione almeno 5 allievi, e se la mia azienda non avesse tale richiesta formativa o tale disponibilità di personale dipendente?

L’azienda potrà candidare la propria richiesta formativa personalizzata e dedicata, a valere su un piano interaziendale, anche mettendo in formazione un solo allievo, purchè dipendente. Il compenso orario riconosciuto alla docenza sarà però minore rispetto allo standard/aula con più allievi.

 

Vi invitiamo a contattarci per approfondirne i dettagli

 

 

 

Resta aggiornato su ogni opportunità, bando o finanziamento!