Regione Veneto POR FSE: DGR 816/2019 Impresa Responsabile – Percorsi per favorire l’innovazione delle aziende venete in un’ottica di sviluppo sostenibile

CONTESTO

L’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, adottata dai leader mondiali nel 2015, costituisce il nuovo quadro per
guidare la transizione verso un modello di sviluppo economico che abbia come obiettivo non solo redditività
e profitto, ma anche progresso sociale e salvaguardia dell’ambiente. Questa esigenza è ormai riconosciuta da
tutti ed è diventata imprescindibile per scongiurare un futuro che continui ad accrescere problematiche
sociali e ambientali. Il ripensamento della progettazione dei materiali e dei prodotti e la transizione verso un’economia circolare rappresenta un’enorme opportunità per creare vantaggi competitivi in modo sostenibile.

Con la DGR 816/2019 “Impresa Responsabile – Percorsi per favorire l’innovazione delle aziende venete in un’ottica di sviluppo sostenibile” – Programma Operativo Regionale – Fondo Sociale Europeo 2014-2020 – Asse II Inclusione sociale, la Regione Veneto mette a disposizione 1.500.000,00€ per una iniziativa che ha l’obiettivo di favorire l’adozione di buone pratiche di responsabilità sociale d’impresa per i consumatori, per i lavoratori e per l’ambiente:

  • per i consumatori, progettando nuovi beni e servizi coerenti con un nuovo stile di vita sostenibile;
  • per soggetti occupati e disoccupati, prevedendo momenti di scambio, diffusione, formazione e accompagnamento alle tematiche della RSI;
  • per l’ambiente, incentivando la formazione e la conoscenza di modelli di produzione e processi aziendali volti alla riduzione dell’impatto ambientale.

TIPOLOGIE PROGETTUALI

Sono previste due linee e in particolare, la con la Linea 2 – La RSI a sostegno delle imprese e di modelli di consumo sostenibili, si intende sostenere la realizzazione di percorsi formativi pluriaziendali di innovazione e di organizzazione/riorganizzazione dei prodotti e dei servizi per aumentarne la sostenibilità, mantenendo prioritaria l’attenzione nei confronti dei lavoratori delle imprese destinatarie, in un’ottica di consumo responsabile, di riduzione dell’impatto ambientale e di efficienza nelle produzioni.

Dovranno inoltre essere previsti anche specifici interventi di formazione e di accompagnamento destinati a soggetti disoccupati e nello specifico:
– alfabetizzazione per lavoratori di aziende così dette “inconsapevoli”: formazione frontale, laboratorio esperienziale, consulenza ecc.
– accompagnamento alle imprese nell’adozione di comportamenti socialmente responsabili: visite aziendali, di studio ecc.
– formazione/accompagnamento di occupati e disoccupati per l’acquisizione di competenze necessarie nei
processi di trasformazione e cambiamento in un’ottica di sviluppo sostenibile: formazione d’aula, barcamp ecc.

DESTINATARI

Le attività progettuali sono rivolte alle seguenti tipologie di destinatari:

  • lavoratori occupati presso imprese operanti in unità localizzate sul territorio regionale con modalità
    contrattuali previste dalla normativa vigente anche in situazione di svantaggio;
  • titolari d’impresa, coadiuvanti d’impresa;
  • liberi professionisti, lavoratori autonomi;
  • disoccupati.
  • Sono inoltre coinvolte le imprese sociali, i lavoratori e gli operatori di organizzazioni profit o non-profit,
    pubbliche o private che operano nell’economia sociale

 

TEMPISTICHE:

  • presentazione entro le ore 13.00 del 02/08/2019
  • I progetti presentati sono sottoposti all’approvazione  entro 90 giorni , a meno che il numero e la complessità delle proposte pervenute non giustifichino tempi più lunghi.
  • I progetti approvati devono essere avviati entro 30 giorni dalla data di comunicazione del finanziamento per concludersi nell’arco di massimo 15 mesi.

Richiesta Contatto